Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Concerto del violinista Francesco D’Orazio con l’Ensemble Meitar

Data:

18/01/2020


Concerto del violinista Francesco D’Orazio con l’Ensemble Meitar

Programma:

Darius Milhaud Chamber Symphonies No. 2 & 3

Bohuslav Martinu Quartetto per oboe, violino, violoncello e pianoforte

Igor Stravinsky L'histoire du soldat - suite

Gideon Klein String Trio

Michael Wolpe New piece

Il programma del concerto comprende opere di compositori europei attivi tra la fine della prima guerra mondiale e la fine della seconda guerra mondiale, caratterizzate da stili musicali personali e originali che si rifanno a precedenti tradizioni musicali – dal barocco al classico del XVIII secolo, alla musica leggera e alle varie correnti della musica popolare (jazz, tango, cabaret e street music). Le sinfonie da camera del francese Darius Milhaud sono piccole perle di musica lirica e briosa che mina la concezione grandiosa della sinfonia romantica. Il trio di Gideon Klein, compositore della scuola ebraica ceca la cui vita e arte furono brutalmente violentate nell'Olocausto, è un capolavoro cameristico che combina elementi folk cechi con musica molto potente ed espressiva. Il quartetto di Bohuslav Martino, altro importante compositore ceco della prima metà del XX secolo, è scritto in uno stile neoclassico elegante e grazioso, che si rifà alle tradizioni europee del XVIII secolo. La suite "L’histoire du Soldat" di Stravinsky è un’opera cardine del suo periodo neoclassico che presenta anche influssi della musica leggera d'epoca. Infine, lo stile del “New Piece” di Michael Wolpe, uno dei più importanti compositori israeliani delle ultime generazioni, dialoga costantemente con la ricca tradizione musicale dell'Europa centrale dei secoli scorsi e con i precursori della musica artistica israeliana.

Violinista brillante e versatile ha messo le sue qualità tecniche e musicali al servizio di una eccezionale poliedricità, imponendosi come punto di riferimento nella musica contemporanea, nella collaborazione con compositori come Luciano Berio, Ivan Fedele e numerosi altri (con molte prime assolute), non meno che in repertori del tutto diversi, in particolare in quello barocco, come solista e violinista dell'Ensemble l'Astrée di Torino.

Vincitore del Premio Abbiati 2010 dell’Associazione dei Critici Musicali Italiani come Miglior Solista dell’anno

Codice sconto per i soci dell'Istituto Italiano di Cultura 0210

Sconto del 20% sul prezzo integrale

Evento organizzato dal l’Ensemble Meitar in collaborazione con l’IIC di Tel Aviv.

Informazioni

Data: Sab 18 Gen 2020

Orario: Alle 20:30

Organizzato da : Ensemble Meitar

In collaborazione con : IIC Tel Aviv

Ingresso : A pagamento


Luogo:

Auditorio del Conservatorio di Musica Israeliano, Tel Aviv

1748