Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Fellini a colori - Amarcord (1973)

Data:

13/05/2021


Fellini a colori - Amarcord (1973)

Letteralmente, a m'arcord significa “mi ricordo” in dialetto riminese. Dopo il film, la parola è entrata a far parte della lingua italiana. Basterebbe questo per far capire l’importanza che ha avuto “Amarcord” nella storia del cinema e del costume. Con questa pellicola del 1973, Fellini racconta la sua infanzia nella Rimini degli anni Trenta. Il film segna il ritorno metaforico del regista nella sua città natale a vent’anni dall’uscita de “I vitelloni”. Nel racconto ci sono i fascisti, l’olio di ricino, gli scherzi e le prime esperienze con il sesso. Fellini, grazie alla collaborazione nella sceneggiatura e nel soggetto di Tonino Guerra, mette in scena una storia, la sua, facendo ricorso al surreale e costruendo sul set, tutto ambientato a Cinecittà, una Rimini onirica. La pellicola, tra le più famose del regista, ha vinto l’Oscar come miglior film straniero nel ’75.

Altra proiezione in data 14.5 alle ore 20.45

Informazioni

Data: Gio 13 Mag 2021

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura Tel Aviv

In collaborazione con : Cineteca di Gerusalemme

Ingresso : A pagamento


Luogo:

Cineteca di Gerusalemme

1880